Per la prima volta la Cultura entra nel G7

Nell’immagine la ricostruzione dell’arco di Palmira, distrutto dalle milizie del gruppo Stato Islamico nel 2015, e ricostruito prima virtualmente e poi “stampato” 3D.

L’opera è stata esposta di fronte a Palazzo Vecchio a Firenze in occasione del Vertice G7 per la cultura.

Firenze ha ospitato il primo G7 della cultura ovvero il vertice dei ministri della cultura dei cosiddetti 7 Paesi più sviluppati (Stati Uniti, Giappone, Germania, Francia, Regno Unito, Italia, Canada).

E’ infatti la prima volta (l’idea è stata proposta dall’Italia e dal governo Renzi) che in questo contesto ci si occupa anche di cultura e di patrimonio. I ministri dei 7 Paesi hanno sottoscritto laDichiarazione di Firenze, un “appello a tutti gli Stati affinché adottino misure robuste ed efficaci per contrastare il saccheggio e il traffico di beni culturali dal loro luogo di origine, in particolare dai Paesi in situazione di conflitto o di lotte intestine, identifichino e vietino il commercio di beni trafugati che siano stati illecitamente portati oltre i confini“.

Si e’ voluta anche sottolineare l’idea della cultura come strumento di dialogo e rinascita dello spirito europeo, con l’Europa che cerca di portare avanti i propri valori, anche contro tutte le spinte separatiste e fondamentaliste.

Noi di Art -Test crediamo profondamente in questi valori, e ci auguriamo che l’arte e la scienza aiuteranno la bellezza a salvare il mondo.

Buona Pasqua!