Non fare la diagnostica ti costa!

Ott 25, 2020 | Autenticazioni ed attribuzioni, Cooperazione Internazionale, Scoperte, Senza categoria

Non fare la diagnostica ti costa! I costi di una campagna diagnostica per l’autenticazione di un dipinto possono sembrare alti, ma sono sempre un buon investimento.
Senza che un dipinto abbia passato positivamente una serie di test per determinare la compatibilità di metodi e materiali con il periodo o l’autore apparente, si rischia di incappare in una frode, che può essere milionaria e tranne in inganno anche case d’asta del calibro di Sotheby’s.

La possibile truffa che ha condotto all’arresto sia del pittore che del mercante e collezionista implicati, riguarda un totale di oltre 200 milioni di euro, ed autori notissimi e molto studiati, da El Greco a Frans Hals.
Naturalmente non è né il primo né sarà l’ultimo raggiro, le cronache riportano sempre più frequentemente di casi simili. Di opere false in vendita è pieno il mercato. Contraffazione e ricettazione di opere possono però venire scoperti e hanno prodotto altri arresti recentemente a Bologna


Come fare per non rischiare l’incauto acquisto? Investire in analisi scientifiche, serie e presso un laboratorio qualificato e non coinvolto nel mercato.
È un investimento, non un costo. Non costa la diagnostica, costa non farla!

admin

Latest Tweets

Contact us

We are here to answer any question you may have about our services. We will respond as soon as we can.

RELATED POSTS

Rivoluzione social al museo

Rivoluzione social al museo

Era inevitabile che l’accelerazione della comunicazione digitale, della condivisione social, della presenza virtuale, eredità della pandemia, spostasse l'attenzione sulle attività online dei musei, grandi, medi o piccoli (naturalmente la classificazione è...

0 commenti