Siamo tutti Van Eyck

Nov 11, 2021 | Senza categoria

Quante volte abbiamo parlato di come la diagnostica faccia comprendere il processo di esecuzione di un’opera d’arte? Di come sia fondamentale a discriminare un’opera autentica da un falso. Di  come sia necessaria per comprendere l’autografia di un manufatto traverso gli strati non visibili al nostro occhio. Di come sia una divertente macchina del tempo che ci riporta al momento stesso in cui l’artista crea l’opera. Ci siediamo accanto a lui e lo osserviamo. Ma cosa accade se l’artista siamo noi? Anzi cosa accade se potessimo ricreare un’opera di un dato artista allo stesso modo in cui lui stesso la farebbe?

Possiamo per esempio riprodurre un’opera seguendo passo passo quello che sappiamo possibile di Van Eyck e del suo fare arte.

Volete provare? Cercate Jan Bustin o altri artisti che hanno condiviso questa esperienza e provateci!

Certe cose si capiscono solo facendo! 

admin

Latest Tweets

Contact us

We are here to answer any question you may have about our services. We will respond as soon as we can.

RELATED POSTS

Ritrovare la bellezza

Ritrovare la bellezza

Il 26 marzo, dopo un attento restauro, è tornata al suo posto, nella Chiesa dei Santo Jacopo e Filippo di Scarperia, l’Annunciazione di Giovanni Balducci Torna a splendere ed incantare un grande dipinto della fine del Cinquecento, su tavola, che era diventato quasi...

Capitale della cultura Italiana per il 2022: Procida

Capitale della cultura Italiana per il 2022: Procida

Il 9 Aprile si è inaugurato, con i ritardi dovuti alla pandemia, un anno storico per questo piccolo territorio! Da qui parte l’augurio che grazie alla Cultura, che mai isolerà nessuno, ci sia un nuovo Rinascimento. Il ministro Franceschini nel suo discorso augurale ha...

0 commenti