Un nuovo modo di fare arte

Gen 20, 2022 | Art Word

2 Decembre

1824 al signor Chevreul viene affidato il compito di rilanciare la storica manifattura Gobelins, dopo che la clientela si era lamentata che i colori erano spenti e poco attraenti. Chevreul si mette a studiare e si rende conto che i colori usati dai Gobelins sono gli stessi di tutti gli altri, e conclude che tutto dipende da come si accostano. Scrive un libro dove illustra come l’intensità di ciascun colore dipende dai colori adiacenti. Georges Seurat, nato il 2 dicembre 1859, legge il libro e viene folgorato sulla via di Damasco. Il significato sociale dell’arte lo interessa relativamente poco, come studente dell’accademia non spicca, ma è affascinato dagli effetti della composizione e del colore. Crea un nuovo modo di fare arte, il puntinismo, dove le composizioni sono create da piccolo punti di colore puro, che si mescoleranno nell’occhio dello spettatore. Il vantaggio del puntinismo sarebbe consistito, secondo Seurat, nel produrre immagini molto più intense e luminose rispetto alla tradizionale stesura sulla tela di tinte preventivamente mescolate tra di loro

La sua convinzione, tutta positivistica, è che si debba unire il rigore della scienza alla libera creatività dell’arte: «la scienza libera da tutte le incertezze, permette di muoversi in tutta libertà in un ambito assai esteso, è dunque una duplice ingiuria per l’arte e per la scienza credere che una escluda necessariamente l’altra». Come non essere d’accordo?

admin

Latest Tweets

Contact us

We are here to answer any question you may have about our services. We will respond as soon as we can.

RELATED POSTS

Francesca Lotti

Francesca Lotti

Come sei diventata restauratrice? Quale è stato il tuo percorso formativo? Ho sempre avuto il pallino di recuperare, accomodare, conservare, in più son figlia d'arte: ho mangiato latte e gesso da piccina! Studi di arte, una bella scuola di Restauro Dipinti della...

0 commenti